La posta della Locanda #1 - 2020



Buongiorno Viandanti e buon giovedì! Come state? Lo so, lo so, ieri ho saltato la rubrica del mercoledì, ma non me ne sono dimenticato, giuro, è che non avevo aggiornamenti da fare. Sono stati giorni all'insegna dello studio e dell'emicrania dovuta allo stare al PC troppe ore. Grazie coronavirus per le lezioni online. Mi servivano proprio. 
Comunque, ieri finalmente è arrivato l'ultimo titolo che aspettavo per farvi vedere gli ultimi arrivi librosi. Questa situazione sta mettendo a dura prova la nostra pazienza, menomale che ci sono i libri a tenerci compagnia. 

  Risultato immagini per amabili resti libro Risultato immagini per l'incredibile ritorno di norah wells Risultato immagini per figlie del mare Risultato immagini per c'era una volta un fiume

Perché dovresti leggere libri per ragazzi anche se sei vecchio e saggio mi è arrivato giusto ieri dalla Rizzoli, ed è un libro che desideravo leggere e avere da quando ne ho visto l'uscita. Come credo ormai sapete la letteratura per ragazzi è un genere che amo e del quale dico sempre che tutti dovrebbero leggere, indipendentemente dall'età di riferimento. Ve ne parlerò meglio appena terminato. Altro arrivo è stato L'isola delle madri, un romanzo che mi ha subito attratto dalla trama, che vede il nostro mondo in un'epoca nemmeno così lontana dalla nostra dove l'umanità è sterile e si ricorre a metodi sempre più assurdi per avere un bambino. La terra stessa è diventata sterile, con scarsi raccolti e un clima estraneo e impazzito. Insomma, una lettura che mi ispira molto. Per ora sono agli inizi quindi non posso dare un giudizio, ma ne saprete presto.
Amabili Resti non credo abbia bisogno di presentazioni. Ho amato il film anni fa e non vedevo l'ora di leggere il libro. Un altro libro che non vedevo l'ora di leggere è C'era una volta un fiume della Setterfield, secondo libro di quest'autrice di cui ho amato il romanzo d'esordio (qui la recensione) La tredicesima storia. Speriamo questo sia all'altezza del precedente. 
Ultimo, ma non per importanza, è Figlie del mare. Un romanzo che mi ispirava moltissimo quando uscì ma che sono riuscito a recuperare solo ora, insieme a quello della Setterfield (con una lunga e travagliata storia che non starò qui a dirvi). La storia narra le vicende delle cosiddette comfort women coreane, una straziante pagina di Storia dimenticata che mi interessa moltissimo. 

Con la speranza che tutto questo possa terminare presto, vi auguro di fare buone letture. In questo periodo ne abbiamo proprio bisogno per distrarci e mantenere la calma necessaria. Un'ultima cosa: restate a casa mi raccomando, e leggete.


A presto, Viandanti


Posta un commento

6 Commenti

  1. Come già sai ti invidio molto il titolo della Rundell, devo assolutamente recuperarlo :) invece di Amabili resti non ho un bellissimo ricordo... ovviamente le tematiche sono pesanti, ma (come il film) mi aveva lasciato una sensazione di disagio. Aspetto di sapere che ne pensi tu!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un film pesante in effetti, ma ne ho un ricordo molto bello. Vedremo!

      Elimina
  2. Ma quanto ti capisco! Stare davanti al PC anche 8 ore a seguire le lezioni, magari con errori di connessione qua e là, immagini poco chiare a volte, audio che si blocca, dover sentire i propri compagni con videochiamate per organizzare i progetti... AIUTO! Il mal di testa di fine giornata è diventato un must insomma...
    Amabili resti vorrei leggerlo anche io :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai descritto perfettamente la situazione, ahahah!

      Elimina
  3. Ciao Midori! Sai che nella pila dei libri da leggere ho "Figlie del mare"?
    Comunque grazie per questo articolo, anzi passerò più spesso nella tua locanda a lasciarti un mio pensiero. Inseriscimi tra gli avventori più fedeli. ☺️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro! Grazie per essere passata alla Locanda! 😍
      Puoi iscriverti cliccando sul bottone dei lettori fissi! 🖤

      Elimina